Timelie, un puzzle game innovativo – Recensione

timelie recensione

A quasi due mesi di distanza dal suo arrivo su Steam, abbiamo provato Timelie per farne una recensione. Il titolo è stato sviluppato da Urnique Studio e pubblicato da Milk Bottle Studio. Timelie è il vincitore nella categoria giochi della Imagine Cup del 2016, competizione organizzata da Microsoft. Al tempo gli sviluppatori Thailandesi erano ancora sotto il nome di Team PH21.

Vedremo insieme i motivi che rendono innovativo e divertente questo titolo. Il gioco, infatti, non abitua il giocatore ad un unico approccio, mostrandogli sempre nuovi metodi per avanzare nei vari livelli.

Timelie – Recensione

Timelie è un puzzle game stealth, decisamente innovativo per le sue tematiche e per il level design. Alla base del gioco c’è il controllo del tempo, attraverso il quale potremo cambiare gli eventi del gioco. Il livello di sfida davanti al quale ci ritroveremo non è altissimo, tuttavia ti stuzzicherà l’ingegno per riuscire a capire come risolvere ogni livello.

Storia e Gameplay

Della storia di Timelie sappiamo poco e nulla. Non a caso il titolo è completamente muto, tranne per uno dei due personaggi che potrà parlare. Anche se parlare non è proprio il termine adatto. Il gioco ci fornisce l’unica cosa che dobbiamo necessariamente sapere per poter avanzare: come controllare il tempo.

In Timelie sarà possibile controllare il tempo, mandandolo avanti o indietro. La meccanica del tempo è estremamente interessante, visto che i vari livelli potranno essere risolti proprio con questo aspetto. Ad esempio, andando avanti nel tempo potremo vedere i vari movimenti dei robot cercatori che, se ci prenderanno, ci costringeranno necessariamente a tornare indietro nel tempo.

Il gioco, tuttavia, non diventa mai monotono con il fattore del tempo grazie ad altri espedienti. Parliamo, infatti, di uno stealth, pertanto dovremo anche saperci nascondere in punti ciechi in cui i robot non potranno vederci.

Inoltre, potremo sfruttare proprio i punti ciechi dei robot per evitare di dover riavvolgere il tempo.

timelie gameplay

Oltre alla nostra protagonista, una ragazzina dai lunghi capelli biondi, potremo controllare anche un gattino. Nei livelli dovremo controllare entrambi e finire senza che nessuno dei due venga catturato. In quel caso, dovremo riavvolgere il tempo e studiare più attentamente i nostri movimenti e quelli dei robot cercatori.

Il gioco, a tal proposito, ci spiega da subito come usare la linea temporale. Spostandola verso sinistra torneremo indietro nel tempo, così da correggere alcuni errori commessi. Spostandola verso destra invece vedremo il futuro delle nostre azioni, così da completare il livello oltrepassando le varie porte.

Successivamente il gioco ci fornirà nuovi approcci per riuscire a superare i livelli. Ad esempio sarà possibile rendere inermi alcuni robot. L’aggiunta del gatto ci fornirà nuovi metodi per completare i livelli. Infatti, esso potrà miagolare distraendo i robot e permettendo alla ragazzina bionda di passare indisturbata.

In alcuni casi, il gatto ci permetterà di chiudere i robot in stanza dotate di porte colorate, azionabili solo dai robot stessi e dalla nostra protagonista. In questo modo rimarranno confinati nella stanza senza possibilità di uscire.

Level design

timelie design

Il level design di Timelie è stato curato in maniera superba, permettendoci di risolvere lo stesso livello in vari modi. L’utilizzo dei poteri della protagonista per controllare il tempo è sempre necessario per concludere il livello. Infatti, dovremo cercare nella mappa i vari cubi che ci aiuteranno nel superare la zona.

I cubi viola, ad esempio, ricostruiscono un pezzo della mappa prefissato, mentre invece i cubi bianchi ci permettono di ricostituire qualsiasi zona distrutta. Il level design dei vari livelli aumenta poi quando potremo utilizzare anche il gatto. Non a caso ci saranno dei piccoli condotti che potrà attraversare solo il nostro amico peloso.

Sempre grazie al gatto potremo attirare e distrarre i robot cercatori, permettendo così alla protagonista di passare inosservata. In alcuni casi la distrazione è necessaria, in altri invece può far risparmiare tempo al giocatore risolvendo così più velocemente i livelli.

Sono disponibili anche alcuni obiettivi, ad esempio superare un certo livello senza che il gatto miagoli. Inoltre, il gioco ci fornisce più spunti e zone in cui poterci nascondere per risolvere il puzzle.

Conclusioni

Timelie mi è subito apparso come un rompicapo interessante, dai colori sgargianti e dalle meccaniche uniche. Ho apprezzato molto il fattore del tempo, riuscendo a risolvere molti dei rompicapi ripetendo poche volte gli stessi errori. Per molti potrebbe essere un fattore negativo, ma in Timelie non c’è un alto livello di sfida. Infatti, il gioco può essere concluso in circa 4 o 5 ore, in base anche all’astuzia del giocatore e al suo ingegno.

Questo però non significa che il gioco fili liscio come l’olio senza dare un minimo di sfida al giocatore, anzi. In alcuni casi, specialmente quando non ci saranno ben chiari i movimenti dei robot, dovremo ripetere spesso le nostre mosse. Dovremo far attenzione a due personaggi in contemporanea, evitando che anche solo uno dei due venga catturato.

Timelie, per quanto possa essere semplice nelle sue meccaniche, mi ha davvero colpito. Mi è piaciuta da subito l’atmosfera che trasmette, la quale oscilla tra l’ansia della protagonista e la voglia di superare ogni livello.

Insomma, non posso che avere una risposta positiva al lavoro del team Thailandese e augurargli il meglio per i futuri progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.