Cos’è l’estensione di un file: Guida informatica

cose-estensione-di-un-file

Spesso e volentieri ci si trova di fronte a dei file o dei documenti di cui si vuole vedere il contenuto, ma a volte non si capisce quale programma possa aprirli. Per riuscire a comprendere quale software vada utilizzato cerchiamo di capire cos’è l’estensione di un file.

Ebbene, se si tratta di video, foto oppure di file di testo e fogli di calcolo abbiamo diversi tipi di oggetti che vengono identificati da una sigla. In questa guida informatica ti aiuterò a capire in pochi passi come vengono classificate le sigle e che tipi di programmi vanno utilizzati in base al file in questione. Successivamente, ti mostrerò come è possibile cambiare l’estensione del file in base alla necessità.

Cos’è l’estensione di un file: significato

La prima domanda a cui bisogna rispondere è quella riguardante il significato ed il motivo di queste differenze tra file. In particolare, il sistema operativo permette di sfruttare dei software specializzati per operare su determinati file e documenti. Di conseguenza, per poter interpretare il contenuto al loro interno bisogna supportare e distinguere i vari casi che si presentano.

Ad esempio, se ci troviamo di fronte ad un documento di Excel ci aspettiamo un’estensione del tipo XLS. Al contrario, non ci aspettiamo che il nostro computer apra quest’ultimo file con photoshop o con un altro editor di foto. Detto questo, il file è un insieme di dati salvati all’interno della memoria. Il significato dell’estensione, invece, è legato al tipo di linguaggio utilizzato per tradurre i dati che possono essere letti solo da programmi appositi.

Qual è l’estensione dei documenti Word ed Excel

In questa particolare guida ci occuperemo principalmente dei tipi di file e delle estensioni che ritroviamo fondamentalmente su Windows. In altri sistemi come Linux e macOS c’è qualche dettaglio differente di cui non tratteremo in questo articolo.

Detto questo, l’estensione di un file che possiamo ritrovare è come segue in questo elenco.

  • DOC/DOCX: si tratta di un estensione per i file Word.
  • XLS/XLSX: lo ritroviamo in fogli di calcolo, in particolare Excel.
  • JPG/PNG/JPEG: sono tipi di file che inquadrano immagini di varie risoluzioni.
  • PDF: estensione di documenti leggibili con programmi di Adobe o con il supporto delle pagine web.
  • HTML: parliamo di file del tipo HyperText Markup Language da leggere con programmi per accedere al web o editor di testo.
  • EXE: sono i cosiddetti eseguibili, ossia quando eseguiamo un programma noi non stiamo facendo altro che avviare un file exe.
  • MP4/AVI: sono esempi di formati che individuano video di dimensioni differenti.

Ci teniamo a precisare che quando si tratta di file eseguibili (.exe) bisogna prestare particolare attenzione dalla provenienza del file. Evitate ogni tipo di programma o eseguibile di cui non conoscete la sicura provenienza.

Cambiare estensione di un file

Innanzitutto, chiariamo che è possibile cambiare l’estensione di un file, anche se spesso e volentieri non c’è il motivo di farlo.

Per modificare il tipo di file che si indica al sistema operativo basterà rinominare il documento e modificare la scritta dopo il punto del nome. Detto questo, tale cambiamento potrebbe alterare il corretto funzionamento del file, quindi fallo solo in caso di effettiva necessità.

Se per qualche motivo non riuscissi ad individuare l’estensione attualmente vigente del file, basterà fare tasto destro e cliccare proprietà per scoprirlo. Inoltre, esistono alcuni software online gratuiti che ti permettono ad esempio di convertire file Word in PDF e così via.

Ti consiglio di condividere la guida sui social per aiutare gli utenti esordienti a capire i principi base dei file su PC. Se la guida ti è stata utile, seguici su Facebook per non perdere le prossime!

cambiare-estensione-file

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.