Valfaris: che frenetica distruzione! – Recensione

Valfaris è un platform d’azione 2D realizzato tramite un Pixel Art, il cui lavoro è di altissima qualità, grazie all’impegno di Andrew Gilmour. Il gioco è stato pubblicato da Big Sugar e sviluppato dal team di Steel Mantis. Il titolo è disponibile su Steam, ed è stato rilasciato 10 Ottobre 2019 per PC e Console, inoltre, è l’erede di un gioco pubblicato anni fa, ossia Slain: Back From Hell. Quest’ultimo fu un piccolo gioiello di platform, il quale diventò un’esperienza fondamentale per la realizzazione del distruttivo e metallico Valfaris.

Valfaris – Recensione

L’azienda ci tiene anche a precisare che questo titolo avrà anche una nuova modalità, e che presto la vedremo sui nostri schermi col nome di: Full Metal Mode (aggiornamento gratuito). La data non è stata ancora fissata, ma sono disponibili già alcune informazioni sulle caratteristiche di questa nuova modalità. In particolare, avremo tutte le armi a disposizione, nemici ancora più aggressivi, un danno da colpo subito maggiore e l’accesso ad una nuova classe di armi. Insomma, il gioco è appena all’inizio della sua potenziale distruttività.

Trama

Ambientato in un lontano punto dello spazio, dopo essere misteriosamente sparito dalle carte galattiche, la fortezza di Valfaris è improvvisamente riapparsa nell’orbita di un sole morente. Un tempo era un paradiso autonomo, ma ora la grandiosa cittadella ospita una crescente oscurità. Therion, un figlio impavido ed orgoglioso di Valfaris, torna a casa sua per scoprire la verità sul suo destino e per sfidare il male arcano.

Preparati a strappare alla galassia un nuovo wormhole e a ridurre selvaggiamente i nemici in cumuli di armi. Esplora una vasta gamma di ambienti contaminati, mentre ti avventuri nella profondità oscura di Valfaris. Sconfiggi nemici e boss mortali, dai più strani a quelli più grotteschi (e alcuni che sono solo grottescamente strani). Senti il ​​potere di una colonna sonora che riesce a darti una grande carica, grazie alla cura dell’ex chitarrista dei Celtic Frost: Curt Victor Bryant.

Gameplay

Passiamo ora alla parte più succulenta di questo gioco, ossia il gameplay, ricco di azione, metallo e musica accattivante. Infatti, se è vero che la trama non sia di una profondità elevata, il gameplay è decisamente qualcosa di ben riuscito e soddisfacente. Il vostro obiettivo sarà distruggere, distruggere e…distruggere, sotto la guida di una musica Heavy Metal. Le armi sono divertenti e distruttive, le azioni da compiere e i nemici da affrontare sono rapidi e ardui da uccidere (sono morto anche nel tutorial…). Avrete la possibilità di utilizzare armi ravvicinate (spada) o armi da fuoco (laser), ed uno scudo che difende e riflette i colpi avversari. Quindi, il sistema di combattimento è l’elemento clou di questo titolo. Il level design non è mai monotono, e ad ogni livello bisognerà adattarsi di conseguenza.

Conclusioni

Valfaris è un titolo molto ben elaborato e ben realizzato, nonostante qualche frame-rate instabile riscontrato, l’esperienza di gioco è decisamente positiva. Veloce, distruttivo, mortale e…metal! sono gli ingredienti che rendono questo titolo una sorpresa. Si tratta, infatti, di un titolo adatto agli amanti dei giochi a scorrimento orizzontale, e che fanno della rapidità e abilità il loro motivo di vanto. In Valfaris metterete alla prova le vostre capacità, grazie ad un livello di difficoltà impegnativo, che fin dall’inizio non lascerà spazio a momenti morti. Detto questo, siamo rimasti piacevolmente attratti dal lavoro che c’è dietro e dalla cura dei dettagli apportata al platform, quindi prova superata a pieni voti.

Ti potrebbe interessare anche...