Workers & Resources: Soviet Republic – Recensione

Workers & Resources soviet republic

Il nuovo Workers & Resources: Soviet Republic è un indie gestionale simulativo di una città in stile sovietico sviluppato da 3Division e rilasciato il 15 marzo 2019. Il gioco è ancora in fase di sviluppo ma ha già grandi potenzialità. Scopriamole insieme nella nostra recensione…

Workers & Resources: Soviet Republic – Recensione

Workers & Resources: Soviet Republic comunismo

Il gioco si presenta molto ampio e complesso. Il nostro compito è creare da zero un paese facendolo diventare una potenza economica mondiale. Gestisci tutti gli aspetti della tua repubblica con l’economia pianificata, comprese le risorse minerarie, i beni di produzione, l’edilizia, gli investimenti e anche i cittadini.

Meccaniche

Il gioco si ispira al comunismo di Lenin, infatti è possibile costruire statue rappresentanti Lenin e monumenti russi che richiamano il comunismo. Abbiamo a disposizione due valute:

  • Dollari: utilizzabili per il commercio con i paesi occidentali tramite la dogana.
  • Rubli: utilizzabili per il commercio con l’Unione Sovietica.

Il commercio infatti sarà un reparto fondamentale per la conquista economica. Il mercato globale avrà una variazione di prezzi a seconda della richiesta delle risorse. Potremmo esportare o importare creando linee commerciali automatiche utilizzando la giusta valuta a seconda del paese interessato e creare linee di trasporto per i materiali tra i vari magazzini della città ottenendo cosi’ una gestione delle risorse a 360 gradi.

Workers & Resources: Soviet Republic mercato globale

Gameplay

Le strutture non sono poche ma nemmeno molte, sarebbe preferibile averne di più e più varie (speriamo vengano aggiunte nei prossimi aggiornamenti). C’è un ciclo giorno/notte che influirà sul gameplay. Di notte infatti ci sarà più consumo di elettricità causato dalle luci e le auto viaggeranno più lentamente su strade buie. E’ possibile creare vere e proprie linee elettriche di alta, media e bassa tensione.

Workers & Resources: Soviet Republic

Le fabbriche avranno bisogno di elettricità,mezzi,risorse e lavoratori per funzionare. I mezzi avranno bisogno di gasolio e questo richiederà molta accuratezza nel stabilire in modo ottimale le stazioni di servizio dove andranno a fare ricarica di benzina. I cittadini si muoveranno a piedi o tramite servizi come bus, treni e tram. Per questo dovremmo creare linee di trasporto ottimali per permettere ai cittadini di spostarsi.

Workers & Resources: Soviet Republic mezzi

Inoltre hanno tre livelli di istruzione e richieste da soddisfare che man mano che i prezzi cambiano, anche le esigenze dei cittadini cambiano, e avrai bisogno di più risorse per renderli felici e incentivarli a lavorare. Grazie agli scienziati e alle ricerche potremmo costruire nuove strutture. E’ possibile costruire condutture, connessioni speciali per il trasporto di risorse liquide come petrolio, carburante ecc…

Workers & Resources cittadini

Musica e Grafica

Qui c’è poco da dire… Musica brutta e fastidiosa che ci ha obbligati a disattivarla, e questo rende il gameplay meno coinvolgente. Suoni ambientali da migliorare e non abbastanza soddisfacenti. La Grafica non è delle più belle, infatti sembra un titolo del lontano 2008 con modelli e texture poligonate. Lo stesso vale per l’illuminazione, per le ombre statiche e le animazioni, in sintesi si può fare molto di più.

Workers & Resources cittadini

Conclusioni

Il gioco è ancora in fase di sviluppo e pecca moltissimo sul comparto audio e grafico, inoltre richiede migliorie anche il campo delle animazioni. Per quanto riguarda il gameplay, per il momento è solo un “costruisci come se non ci fosse un domani” e purtroppo il gioco non coinvolge come potrebbe e dopo qualche ora c’è il rischio di annoiarsi. Nonostante ciò, ha molta carne a fuoco ed un grandissimo potenziale, con le prossime versioni siamo sicuri che il gioco non presenterà cosi tante pecche, quindi ci sentiamo il dovere di dargli una possibilità.