Twitch leak guadagni: streamer in Italia scoperti da un attacco hacker

twitch leak guadagni

Quante volte hai visto su una delle piattaforme più famose al mondo delle live dei tuoi streamer perferiti? Ti sei mai chiesto quanto guadagnano su Twitch Italia i personaggi più noti e seguiti del social di Amazon? Ebbene, attraverso un attacco hacker è stato pubblicato un leak in cui vengono mostrati tantissime dettagli a riguardo. Le informazioni non riguardano solo i guadagni delle live, anche se quest’ultime hanno fatto più notizia, bensì ci sono notizie su un’eventuale store simile a Steam chiamato: Vapor.

Inoltre, sembrerebbe che il motivo di questo attacco sia motivato dal fatto che Twitch risulta essere ancora un “pozzo nero” sconosciuto a molti e che richiede tantissima competizione. Per questo motivo, probabilmente si è voluto mostrare come sia necessaria una maggiore distribuzione dei profitti per ripulire un ambiente “tossico e monopolizzato”.

Twitch leak guadagni: stipendi italiani degli streamer più famosi

Qui di seguito, ti riporto la lista degli streamer più famosi in Italia ed i loro relativi guadagni riportati nel leak di Twitch. Ovviamente, queste informazioni non servono ad alimentare l’odio verso questi personaggio, bensì a capire il potenziale di Twitch e spingere molti più utenti a realizzare delle live. In questo modo, si potrà sfruttare al meglio la piattaforma come avviene già per YouTube.

In totale, su internet sono state trapelate 125 GB di informazioni. Tra queste ci sono i report del 2019 dei guadagni di tutti gli streamer della piattaforma, quindi non solo italiani. Inoltre, è stato diffuso il codice sorgente, le proprietà possedute dalla piattaforma ed i suoi strumenti interni. Puoi anche dare uno sguardo alla lista dei TOP 100 personaggi più pagati e noterai che si raggiungono cifre da capogiro.

Da un estratto delle dichiarazioni di Twitch, la piattaforma risponde nel seguente modo:

Nessuno dovrebbe subire questi attacchi dannosi, stiamo lavorando duramente per rendere Twitch un luogo più sicuro per i creatori.

Ad ogni modo, consigliamo a tutti gli utenti di cambiare la propria password per mettere di nuovo in sicurezza i propri dati. Se ti è piaciuto l’articolo, seguici su Facebook per non perderti le prossime importanti notizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.