The Last of Us Part 2: Naughty Dog vuole che i fan siano fieri

The Last of Us Part 2 si troverà sulle spalle un’eredità non da poco, ovvero l’enorme successo del primo capitolo uscito originariamente per PlayStation 3. Il titolo di Naughty Dog, infatti, è stato premiato con il trofeo di platino tra i venti giochi del decennio dai lettori del PlayStation Blog. Il primo The Last of Us di Naughty Dog è stato nominato peraltro miglior gioco del decennio anche dagli utenti Metacritic. A dimostrazione del fatto che si tratta di un gioco dotato di una fanbase veramente molto ampia ed entusiasta.

Nel condividere su Twitter il messaggio che annunciava i vincitori dei premi del PlayStation Blog, il vice presidente di Naughty Dog Neil Druckmann ha dichiarato: «Facciamo un patto… Tutti voi continuate a essere fan eccezionali e noi continueremo a creare grandi giochi che vi renderanno fieri». The Last of Us Part 2 sarà ambientato cinque anni dopo gli eventi del primo gioco e vedrà come protagonista Ellie. Già sin dai primi filmati il gioco si è contraddistinto per l’uso molto esplicito della violenza nella narrazione.

The Last of Us Part 2: Naughty Dog vuole che i fan siano fieri

Questo aspetto del gioco avrà uno scopo ben preciso, ossia quello di sollevare dei dubbi morali nei giocatori sulle azioni che compieranno nel corso del gioco, prima fra tutte l’uccisione di un nemico. L’obiettivo di Naughty Dog era infatti quello di creare empatia nei giocatori e far loro sentire quale sarà il peso delle loro azioni. Inizialmente rivelato nel 2016, il gioco era stato mostrato per la prima volta all’E3 2018 e l’uscita era inizialmente prevista per il mese di febbraio di quest’anno. Tuttavia, The Last of Us Part 2 alla fine è stato poi rinviato al 29 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.