SSD: Cos’è? – Guida informatica

ssd-cose

Nell’articolo di oggi cercheremo di spiegare e di rispondere ad una delle domande più comuni degli utenti meno esperti in campo informatico. Ossia che cos’è un SSD? Quest’ultimo, in parole povere è un’unità a stato solido incaricata di memorizzare dei dati in maniera estremamente rapida. 

Si tratta di un tipo di tecnologia che sta rapidamente sostituendo i vecchi hard disk, il cui costo e spazio di archiviazione di quest’ultimo è sicuramente più vantaggioso al momento. Mentre le prestazioni favoriscono di molto gli attuali SSD. Le alte performance sono possibili grazie alla memoria flash che, tramite dei transistor (fungono da vere e proprie celle di memoria), permette anche di consumare meno corrente.

All’interno dell’articolo sono presenti dei link affiliati Amazon che in caso di acquisto supporteranno il lavoro del nostro team (cliccando sulle immagini verrai indirizzato al prodotto illustrato).

SSD: Cosa significa?

ssd-cosa-significa

La sigla SSD significa Solid State Drive in italiano significa banalmente unità a stato solido. La necessità di un pezzo come questo è nata dal momento in cui processori e schede video hanno continuato ad aumentare le proprie prestazioni. Un computer potente necessita anche di un supporto della memoria altrettanto potente e prestante.

Il motivo per cui questi dispositivi sono particolarmente veloci è l’assenza di parti meccaniche, presenti invece negli hard disk che con i dischi di rotazione che ruotando ad alta velocità (processo meno banale di così) riescono a gestire e memorizzare i file. 

SSD o HDD

Rispetto ai vecchi hard disk gli SSD hanno una maggiore velocità per quanto riguarda la scrittura e la lettura dei file (oltre i 550 MB/s). Sono meno propensi all’usura e al danneggiamento grazie all’assenza di parti meccaniche. In linea generale aumentano di molto quelle che sono le prestazioni del computer sia per quanto riguarda il gaming che per le normali attività lavorative.

Come anticipato in precedenza, l’unico vantaggio di un Hard Disk riguarda il prezzo, infatti, per gli SSD risulta più difficile riuscire a trovare una quantità di spazio di archiviazione molto alta ad un prezzo basso, anche se negli ultimi anni il costo è crollato

SSD: come funziona?

Le componenti principali che gestiscono il lavoro dell’SSD sono il microprocessore, la memoria cache e il supercondensatore. Il primo si occupa di sfruttare i propri core per coordinare le operazioni della memoria. La seconda registra per breve tempo le informazioni per renderle velocemente sfruttabili. L’ultimo ha una funzione simile a quella di una batteria, in grado di caricarsi e scaricarsi in maniera molto rapida.

Quale SSD scegliere?

Ci sono più tipologie di SSD, ossia quelli da 2,5 pollici, leggermente più piccoli di un normale hard disk, oppure quelli di tipo M.2 che risultano essere delle piccole schede da inserire direttamente sulla scheda madre del computer. Quest’ultime sono le più avanzate e grazie al fatto di essere collegate direttamente alla scheda madre, possono raggiungere velocità ancora più elevate.

quale-ssd-scegliere-m.2

Con l’arrivo del nuovo sistema operativo Windows 10 si è sempre di più notata la necessità di passare ai nuovi SSD e se non l’hai ancora fatto ti consiglio di dare un occhio alla nostra guida sui migliori SSD (ti aiuterà nella scelta). L’Hard Disk puoi sempre riutilizzarlo e sfruttarlo come supporto per file meno importanti come immagini, installazione di giochi ecc…

Detto questo, sempre sul nostro sito troverai un utile guida su come velocizzare il PC ed ottimizzare il software.  

Qualora disponessi ancora di un vecchio sistema operativo come Windows 7 (pace all’anima sua), ti consiglio di installare windows 10 perché Microsoft ha interrotto il supporto ed i suoi aggiornamenti di sicurezza. Quindi a meno che non voglia mettere in pericolo i tuoi dati, aggiorna il tuo PC e non restare indietro con le tecnologie. 

SSD: Cosa serve

Per poter installare un SSD avrai bisogno di un collegamento SATA III (retrocompatibile con SATA II per le schede vecchie), oppure sfruttare gli slot della scheda madre per inserire un M.2. Un esempio di motherboard affidabile e prestante che supporti la massima velocità degli SSD e gli M.2 è la MSI Z390 A-PRO.

Per aiutarti nell’installazione di questo componente puoi anche dare un’occhiata al nostro articolo dedicato a come assemblare un PC. Al suo interno troverai l’installazione di un SSD e anche di tutte le altre componenti che lo formano.

Per altre guide utili come questa puoi seguirci su Facebook e condividere l’articolo per supportare il lavoro del nostro team. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.