Nintendo Switch: console sopravvalutata? – Recensione

Nintendo Switch: console sopravvalutata? – Recensione
nintendo switch recensione

Finalmente è giunto il momento che più attendevo da mesi, ossia quello in cui posso tirare le somme e illustrare le mie considerazioni nella recensione sulla Nintendo Switch. Non si tratta di una console ricevuta tramite qualche collaborazione e neanche di un prodotto preso in prestito da un amico o da un familiare.

Parliamo di una console che, attualmente, nonostante gli anni e l’arrivo della next gen, costa ancora intorno ai 300 euro; questo anche perché c’è ancora un grande mercato dietro. Personalmente, la pagai 320 euro più di 6 mesi fa, insieme ad un famosissimo gioco “Animal Crossing: New Horizons” (altri 50 euro spesi) su cui già mi sono espresso in un altro articolo.

Prima di continuare, però, ti ricordo che puoi seguire la pagina Facebook ufficiale del sito e restare aggiornato su altre guide e recensioni.

All’interno dell’articolo sono presenti dei link Amazon affiliato che in caso di acquisto supporteranno il lavoro del team, senza modificare il prezzo della console.

Perché comprare Nintendo Switch?

Perche-comprare-Nintendo-Switch

Il motivo per cui nell’introduzione ci tenevo a precisare i costi della console è perché la prima volta che ho utilizzato la Nintendo Switch ho avuto l’impressione di rivedere qualcosa che in passato già esisteva.

Sto parlando della classica sensazione di provare un prodotto Nintendo, la stessa che provi giocando ad un DS o ad una Wii o un 3ds. L’unica differenza sta nel fatto che per più motivi il costo dei giochi e della console è restato così elevato anche dopo anni…

Quindi, il motivo per cui ti consiglierei di comprare una Nintendo switch è perché magari sei fan dei prodotti Nintendo e non hai problemi a spendere 300 euro e altri 40/50 per ogni titolo che porta il logo di Nintendo switch.

Ebbene si, se stai valutando di comprare questa console, invece di un PC di gioco o di una console, ti sconsiglio di considerarla come alternativa a meno che tu non voglia necessariamente giocare a titoli esclusivi tra cui: Zelda, Pokémon, Mario ed Animal Crossing. Qualsiasi altro acquisto a mio avviso risulta ingiustificato.

Dove comprare la Nintendo Switch

Come in molti articoli che ho scritto tendo a consigliare l’acquisto dei prodotti su Amazon. Questo perché si tratta di un e-commerce affidabile, rapido e con un ottimo servizio di assistenza. Anche per la Nintendo Switch è molto più semplice tenere sott’occhio il prezzo e acquistarla con una semplicità assoluta.

Cosa contiene la scatola di Nintendo Switch

Cosa contiene la scatola di Nintendo Switch

All’interno della scatola di Nintendo Switch troverai un caricatore, lo schermo su cui vedrai il tutto, due pad da collegare o da usare separatamente grazie anche a due piccoli supporti per l’utilizzo su una singola mano. Inoltre, è presente un joypad, o meglio la struttura, su cui inserire i singoli pad per ottenere un vero e proprio controller.

Dopodiché, è presente un cavo HDMI per collegare la console alla TV (che ti ricordo con una risoluzione di 720p) e il dock per posizionare la Nintendo al suo interno, necessario per collegare la switch alla TV (si può usare anche per caricare dispositivi con usb oppure caricare la console stessa).

Cosa cambia dalla Nintendo Switch Lite?

La differenza sostanziale tra le due console è che nella versione lite non è presente la possibilità di collegare la console alla TV e che i joycon non sono separabili. Ciò significa che per giocare con altri utenti avrai bisogno di un altro controller o di un’altra console vera e propria che possegga il gioco in questione. Il peso è certamente inferiore così come di poco è inferiore anche la sua dimensione.

Ma la parte più importante è il prezzo; nella versione lite il costo si aggira intorno ai 190 euro (in pratica un cavo HDMI e di un joycon costano 100 euro in più). In entrambi i casi, per giocare online è necessario un abbonamento, il quale a mio ricordo costava circa 20 euro annuali.

Quale Nintendo Switch comprare

Risulta ovvio pensare che per chi non possiede un budget elevato, oppure usa la console esclusivamente in viaggio, la soluzione lite sia sicuramente la più adatta. Per chi, invece, deve basarsi esclusivamente sull’utilizzo di un salone e di una TV su cui collegare la console e una piccola combriccola per giocare insieme a titoli come Super Smash Bros Ultimate, consiglio di prendere la versione base.

Detto questo, è probabile che nella maggioranza dei casi si tenderà ad usare la console come siamo sempre stati abituati con la DS e la 3ds, ossia trasportandola ed usandola in diverse stanze e giocando mantenendola tra le nostre mani. Nelle conclusioni indicherò anche il mio parere sulla comodità e la giocabilità della console nella versione portatile.

Quale-Nintendo-Switch-comprare

Link Amazon: Nintendo Switch Lite

Quale gioco per Nintendo Switch prendere

Come anticipato nei paragrafi precedenti, l’unico vero valore aggiunto alla console è l’esclusività dei titoli già nota da anni. Parlo, infatti, della famiglia dei giochi di Pokémon, Mario e così via. Di conseguenza, riesco anche a farti una piccola classifica di titoli che a mio avviso andrebbero acquistati (solo questi però).

Nulla da togliere agli altri giochi presenti, ma solo quelli ottimizzati esclusivamente per Nintendo tendono ad essere veramente validi in questo caso:

Quando caricare la Nintendo Switch

Come avviene per i telefoni è consigliabile evitare di scaricare completamente la console e di metterla in carica quando si trova al massimo appena sotto il 30% di batteria, questo aiuterà a preservare la durata del dispositivo. Nei casi in cui la console viene utilizzata esclusivamente con cavo HDMI questo problema non si pone.

Come collegare la Nintendo Switch alla TV

Come collegare la Nintendo Switch alla TV

Abbiamo anticipato questo aspetto in precedenza e per farlo basterà sfruttare il cavo HDMI presente nella scatola e collegarlo dietro al dock della console e dietro al televisore dotato di ingresso HDMI. Dopodiché, ti basterà gestire i bordi nelle impostazioni della console ed il gioco è fatto (ricorda di cambiare la sorgente del segnale sulla TV per visualizzare la Nintendo Switch).

Come giocare in due sulla Nintendo Switch

Se si tratta della console lite è evidente che avrai bisogno di un dispositivo a parte compatibile, oppure di un’altra Nintendo con cui collegarti ed avviare la partita multiplayer. Per la versione base è prevista la separazione dei joy con e in alcuni giochi saranno sufficienti per fare una partita in due. Altrimenti, dovrai effettuare anche qui l’acquisto di un controller a parte. Il gioco multiplayer online prevede un abbonamento obbligatorio.

Nintendo Switch vs PS4

Ho deciso di fare il confronto con una console di grande successo appartenente alla vecchia generazione perché non reputo giusto fare un paragone con le console appena approdate. Probabilmente, Nintendo sta pensando di preparare una nuova console per supportare il Full HD e per permettere ai prossimi giochi con un motore grafico più potente di girare sulla nuova console (evitando orrori grafici dovuti al porting del gioco).

Detto questo, la console Nintendo è sicuramente pensata per soddisfare le esigenze dei fan dell’azienda e dei suoi giochi in esclusiva. Così anche per PS4 che da sempre vanta di ottimi titoli unici e di una giocabilità maggiore per forza di cose (mantenere una Nintendo switch in mano non è il massimo del comfort e del divertimento).

Playstation 4 è sicuramente l’ideale per chi vuole giocare in compagnia e spendere molto meno per comprare dei titoli. Per chi viaggia ed è affezionato alle serie esclusive di Nintendo dovrà acquistare la Switch (base o lite) e se necessiti di un buon controller ti lascio un link qui sotto.

nintendo-switch-vs-ps4

Link Amazon: Horipad Wireless

Conclusioni

Ho atteso la fine dell’articolo per esprimere il mio parere, cercando di illustrare il più possibile le informazioni utili che bisogna conoscere prima di acquistare una Nintendo Switch. Ammetto che i presupposti del mio acquisto erano molto positivi ed in parte le mie aspettative sono stare rispettate. D’altro canto, però, non potevano mancare degli aspetti negativi che mi hanno fatto storcere il naso dopo l’ingente cifra spesa.

Nonostante la piacevole sensazione al tatto dovuta all’ottimo materiale, giocare con l’intera console tra le mani è davvero scomodo, soprattutto quando ci si trova sul letto (quanto mi manca la 3DS…). Alcune volte sono stato costretto a sfruttare il supporto fisico della console per posizionare lo schermo sul tavolo e staccare i Joy Con per giocare con più facilità (e per far riposare i polsi). Detto questo, sui titoli targati Nintendo ho speso molte ore e mi sono davvero divertito, sia in versione portatile che su TV di grandi dimensioni.

Purtroppo, per i giochi trasportati ed adattati alla console non posso dire che sia stato ugualmente piacevole il feedback, anche se a volte la console ha riservato qualche sorpresa come con Crysis Remastered. Nonostante ciò, la Nintendo Switch non è più adatta a competere con le altre console e necessita decisamente di un calo di prezzo, come successo per le altre versioni precedenti (finché il mercato è così attivo o non arriva una nuova console questo non accadrà).

La comodità e la giocabilità dei Joycon è opinabile, su alcuni titoli come Mario & Sonic era anche divertente ma in altri titoli era necessario un vero e proprio controller (non quella versione abbozzata con la struttura di supporto). Insomma, dopo la mia personale esperienza non reputo sbagliato l’acquisto fatto, ma se tornassi indietro opterei molto di più per la versione lite a 190 euro (risparmiando soldi per un gioco in più o un controller).

nintendo-switch-recensione-conclusioni

Link Amazon: Nintendo Switch

Pubblicato da Raffaele Tamigi

Mi chiamo Raffaele Tamigi, sono uno studente di Culture Digitali e della Comunicazione ed un appassionato di tecnologia e dei meccanismi che regolano il web. Alle spalle possiedo anni di esperienze e di collaborazioni su diversi siti, con cui collaboro tutt'ora. Mi dedico anima e corpo allo studio della SEO e a trovare i migliori prodotti da consigliare alla mia community.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.