Migliori mouse per PC e MAC: classifica di settembre 2023

migliori-mouse

Benvenuto in questa esaustiva guida all’acquisto dedicata alla selezione dei migliori mouse disponibili sul mercato. Quando si tratta di scegliere l’accessorio ideale per il tuo PC, le categorie e le caratteristiche da valutare sono tante.

Esistono opzioni conveniente ma funzionali e affidabili, infatti esploreremo il mondo dei mouse economici. Per i videogiocatori competitivi ci sono i modelli da gaming, progettati con pulsanti personalizzabili, maggiore precisione e tempi di risposta più rapidi.

Per l’ambito professionale esistono quelli da ufficio, con design ergonomici e progettati per le lunghe sessioni di lavoro. L’eccellenza delle comodità, però, appartiene ai mouse verticali che riducono lo stress sul polso. Per gli affezionati del MAC esistono dei prodotti per l’ecosistema Apple, che offrono affidabilità ed eleganza.

Tra i modelli scelti ci sono quelli delle migliori marche più famose come: Logitech, Roccat, Microsoft, Trust e HP, che sono sinonimo di qualità nel mondo delle periferiche informatiche.

Abbiamo realizzato una classifica aggiornata a settembre 2023, valutando tutti i principali aspetti da tenere in conto come: tipologia di grip, forma, batteria, DPI, sensori, illuminazione e compatibilità.

Classifica migliori mouse 2023

  1. HP X500: più economico
  2. Logitech Pebble: wireless Bluetooth
  3. Roccat Kone XP Air: per il gaming
  4. Logitech G203 LIGHTSYNC: per rapporto qualità/prezzo
  5. Microsoft Ocean Plastic: per il lavoro
  6. Microsoft Needle Hill: più ergonomico
  7. Trust Verto: il migliore verticale
  8. G502 HERO: il migliore della Logitech
  9. Apple Magic Mouse: per il MAC

1. HP X500: più economico

hp-x500

Partiamo dal migliore mouse più economico che si possa comprare su Amazon, spendendo una cifra sotto i 20 euro. Questo HP X500 è un prodotto essenziale e minimale con palm grip, pensato per chi studia e lavora, che offre le funzioni base per l’utilizzo di un PC. Può essere utilizzato anche per i videogiochi non competitivi che non richiedono velocità e precisione. Le dimensioni di ‎12 x 14 x 5,5 cm sono molto compatte e il peso di soli 105g risulta molto leggero e maneggevole. Utilizza il sensore ottico ed è compatibile con Windows.

PRO

  • Prezzo molto economico.
  • Leggero e confortevole.
  • Adatto allo studio e all’ufficio.
  • Compatibile con Windows.

CONTRO

  • Nessuna illuminazione.
  • DPI non regolabili.

2. Logitech Pebble: il migliore wireless Bluetooth

Logitech-Pebble

Questo Logitech Pebble è estremamente compatto e ha un fingertip grip che permette di avere un mouse sottile da ‎5,87 x 10,67 x 2,65 cm e facile da trasportare con il peso di 120g. Si collega al computer tramite una connessione wireless a 2.4 GHz, grazie al ricevitore USB, oppure con Bluetooth. Il click e la rotellina sono silenziosi e la batteria ha un’autonomia di circa 18 mesi. Utilizza la tecnologia del sensore ottico per rilevare i movimenti ed è compatibile con Windows, macOS, Linux, ChromeOS, iPadOS e Android.

PRO

  • Connettività Wireless Bluetooth.
  • Compattezza e leggerezza.
  • Autonomia batteria 18 mesi.
  • Ottima qualità dei materiali.
  • Click molto silenziosi.
  • Compatibilità con PC, MAC, iPad e Chromebook.

CONTRO

  • Illuminazione assente.
  • DPI non regolabili.

3. Roccat Kone XP Air: il migliore per il gaming

Roccat-Kone-XP-Air

Il mouse da gaming Roccat Kone XP Air con sensore ottico fino a 19000 DPI è progettato con un claw grip. Le dimensioni sono di 12,6 x 7,2 x 4 cm e ha il peso di 99g. Possiede una doppia connettività Wireless oppure Bluetooth, utilizza una ricarica rapida con cavo USB-C e ha una durata di 100 ore di autonomia. Dotato di illuminazione RGB, è compatibile con i sistemi operativi di Microsoft Windows e MAC.

PRO

  • Versatile per il gaming.
  • Fino a 19.000 DPI.
  • Illuminazione AIMO RGB.
  • Rotellina 4D con 29 input programmabili.
  • 100 ore di autonomia.
  • Connettività USB-C e Charging Dock.
  • Compatibile con MAC e Windows.

CONTRO

  • Abbastanza rumoroso.
  • Per gli MMO si potevano aggiungere altri pulsanti.
  • Molto costoso.

4. Logitech G203 LIGHTSYNC: il migliore per rapporto qualità/prezzo

Logitech-G203-LIGHTSYNC

Questo mouse ha un design compatto con le dimensioni di 6,22 x 11,6 x 3,82 cm ed è molto leggero col peso di soli 85g. Possiede un illuminazione RGB, sei tasti programmabili e per rilevare i movimenti utilizza un sensore Trackball. Il Logitech G203 LIGHTSYNC si connette al computer tramite cavo USB e ha una memoria integrata per salvare le proprie impostazioni. Ottimo il rapporto qualità/prezzo a cui è venduto e buona la precisione e la sensibilità che raggiunge fino agli 8000 DPI.

PRO

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo.
  • Leggero e compatto.
  • Preciso e veloce fino a 8000 DPI.
  • Illuminazione RGB.
  • 6 pulsanti programmabili.
  • Compatibile con PC, MAC e ChromeOS.

CONTRO

  • Cavo non rinforzato.
  • Non adatto agli eSports.

5. Microsoft Ocean Plastic: il migliore per il lavoro

microsoft-ocean-plastic

Per i professionisti, esiste il mouse Microsoft Ocean Plastic che è perfetto per il lavoro da ufficio, grazie al suo design minimale e la compattezza delle dimensioni di ‎13,34 x 0,79 x 4,22 cm e il peso di soli 84g. La batteria garantisce un’autonomia di 12 mesi e la struttura è realizzata con il 20% di plastica riciclata per fornire un prodotto più eco-sostenibile. Si collega con Windows tramite connettività Bluetooth senza fili e utilizza un sensore ottico per il rilevamento dei movimenti.

PRO

  • Comodo per il lavoro.
  • 1 Batteria AA per 12 mesi di autonomia.
  • Leggero e compatto.
  • 20% di plastica riciclata.
  • Connettività Bluetooth
  • Compatibile con Windows.

CONTRO

  • Nessun pulsante programmabile.
  • Illuminazione assente.
  • Senza ingresso USB e ricevitore Wi-Fi.

6. Microsoft Needle Hill: il più ergonomico

Microsoft-Needle-Hill

Ci sono delle alternative anche per chi ha particolari esigenze di ergonomia come nel caso del mouse Microsoft Needle Hill, realizzato con materiali resistenti, sensore ottico e connettività Bluetooth. L’autonomia della batteria ha una durata di 15 mesi, ha un design compatto con le dimensioni di ‎11,82 x 7,63 x 4,24 cm e il peso di 91g. Compatibile con i dispositivi su cui è installato il sistema operativo di Windows.

PRO

  • Migliore ergonomia per la mano.
  • Connessione Bluetooth senza fili.
  • Materiali resistenti.
  • Compatto e leggero.
  • 2 pulsanti programmabili.
  • Fino a 15 mesi di autonomia.
  • Compatibile con Windows e Tablet.

CONTRO

  • Illuminazione assente.
  • Click abbastanza rumorosi.
  • Costo poco conveniente.

7. Trust Verto: il migliore verticale

trust-verto

Il Trust Verto è un’ottima scelta per un mouse verticale che sia ergonomico e resistente. Aiuta a rilassare il polso e a non sentire particolari fastidi al tunnel carpale durante lunghi utilizzi. Ha 2 pulsanti programmabili ed una sensibilità DPI fino a 1600, che garantiscono una navigazione precisa e rapida del cursore. Il cavo USB è molto robusto e lungo 1,5 metri, sul lato ha anche un’illuminazione LED. Utilizza un sensore ottico per i movimenti ed è compatibile con Windows e MAC.

PRO

  • Rilassante per il polso.
  • 2 tasti programmabili.
  • Fino a 1600 DPI
  • Cavo USB da 1,5 metri.
  • Illuminazione LED.
  • Compatibile con PC, MAC e ChromeOS.

CONTRO

  • Non adatto al gaming.
  • Richiede più spazio.

8. G502 HERO: il migliore della Logitech

Logitech-G502-HERO

Il Logitech G502 HERO è uno dei migliori mouse da gaming per PC sul mercato. Preciso e reattivo, grazie al suo sensore ottico ed alla possibilità di personalizzare i DPI fino a 16000. Dispone di ben 11 pulsanti programmabili, ideali per assegnare comandi rapidi durante il gioco. Il design ergonomico e le dimensioni di ‎7,5 x 4 x 13,2 cm assicurano una presa confortevole, e il peso personalizzabile ti permette di trovare la configurazione ideale per te.

PRO

  • Adatto per gaming, studio e lavoro.
  • 11 pulsanti programmabili.
  • Fino a 25600 DPI.
  • Peso regolabile.
  • Illuminazione RGB personalizzabile.
  • Compatibile con Windows, MAC e ChromeOS.

CONTRO

  • Non adatto a mani piccole.
  • Da evitare per polsi doloranti.
  • Tasti troppo ravvicinati.

9. Apple Magic Mouse: il migliore per il MAC

apple-magic-mouse

L’Apple Magic Mouse è un dispositivo di input sviluppato appositamente per Mac, iPad e l’ecosistema Apple. Una delle caratteristiche distintive è la sua superficie superiore, che funziona anche come un pannello Multi-Touch per scorrere, ingrandire e cliccare. Ha design elegante e moderno ed è realizzato in alluminio. Si collega tramite Bluetooth e utilizza dei sensori ottici per il rilevamento del movimento. Le batterie sono integrate e ricaricabili con cavo USB-C Lightning. Pesa circa 100g e ha le dimensioni di 11.35 x 5.71 x 2.16 cm.

PRO

  • Progettato per MAC.
  • Superficie Multi-Touch.
  • Adatto ad ambidestri.
  • Ricaricabile con cavo USB-C Lightning.
  • Compatibile anche con iPad.

CONTRO

  • Non compatibile con Windows, senza programmi di terze parti.
  • 1 mese di autonomia.
  • Prezzo elevato.

Come scegliere il migliore mouse

Chi trascorre molte ore davanti al PC sa bene l’importanza di avere un buon supporto per la proprio mano. Dopo tanto tempo a navigare o a giocare i primi a risentirne sono la mano e il polso. Per questo motivo, bisogna scegliere un mouse prodotto dalle migliori marche come Logitech, Microsoft, Roccat, HP, Trust e Apple.

In questo modo, ci si assicura un modello di qualità e affidabile, ma non tutti sono uguali e hanno caratteristiche tecniche diverse. Per la propria scelta è importante valutare il tipo di grip per un impugnatura più comoda, le dimensioni e il design del mouse per una migliore ergonomia. Inoltre, i videogiocatori apprezzeranno le soluzione con più pulsanti programmabili e una maggiore sensibilità del sensore.

Caratteristiche tecniche

Ogni modello ha è pensato per un preciso target e il design aiuta a riconoscere la situazione per cui è stato creato. Esistono diverse tipologie di mouse, in base al tipo di attività da svolgere, dal gaming al semplice modello economico che hanno differenti impugnature:

  • Palm Grip (palmo): L’intera mano poggia sul mouse con il palmo a contatto ed è l’ideale per grandi dimensioni e lunghe sessioni al PC;
  • Fingertip Grip (punta delle dita): Solo le punte delle dita toccano il mouse, senza contatto del palmo, ideale per modelli leggeri e compatti;
  • Claw Grip (ad artiglio): Il palmo tocca il retro del mouse, mentre le dita sono arcuate sopra i pulsanti. Bilancia precisione e comfort, spesso utilizzata dai videogiocatori.

Esistono modelli più piccoli e sottili per l’ufficio e lo studio, oppure più grandi e pesanti per il gaming ma con più funzionalità avanzate. Alcuni prodotti hanno un’illuminazione RGB o LED e sono consigliati per i giocatori, mentre altri sono privi di luci per lavoratori e studenti.

Tasti programmabili

Quando si utilizzano programmi di grafica o si fanno delle partite ai videogiochi come FPS e MMORPG, risulta molto comodo avere dei pulsanti programmabili che permettano di velocizzare l’utilizzo dei comandi del software o anche della semplice navigazione sul web. Maggiore è il numero e superiore sarà il livello dell’esperienza, ma anche il prezzo. Nei modelli economici si hanno circa 2 e 3 tasti da programmare, mentre in quelli più costosi sono sopra i 6 input impostabili.

Questi pulsanti programmabili sono dei semplici tasti scelti per svolgere una determinata azione. Nel caso degli FPS, si potrebbe utilizzare un pulsante per prendere rapidamente un’arma, negli MMORPG per evocare prontamente un attacco e una magia, oppure nei sistemi di grafica si può aumentare la produzione usando degli shortcut (scelte rapide) per degli strumenti o funzioni impostati sui tasti.

Cavo o senza fili

Collegare il proprio mouse al PC, che sia un Windows, MAC o ChromeOS, è estremamente semplice ed esistono diversi metodi per farlo:

  • Cavo USB: basta collegare il filo dal mouse all’ingresso USB del computer. In alcuni casi, i prodotti più moderni hanno una connettività di tipo C, che permette di ricaricare la batteria e usarli contemporaneamente.
  • Wireless: aggiungere una periferica come il mouse è possibile anche senza fili, basta collegare un ricevitore Wi-Fi da 2.4 GHz a cui agganciarsi, così come avviene per le tastiere.
  • Bluetooth: esiste anche un’alternativa che non prevede l’utilizzo di porte USB, bensì collega due dispositivi senza fili e senza ricevitore come avviene con le Smart TV, i notebook, i tablet e gli smartphone.

Sensibilità (DPI)

La sensibilità di un mouse si riferisce alla rapidità con cui il cursore si muove rispetto ai movimenti effettuati dal mouse. Una maggiore sensibilità significa che il cursore risponderà in modo più rapido ai movimenti del mouse, mentre una sensibilità più bassa renderà il cursore più lento e preciso.

La sensibilità è strettamente legata ai DPI del mouse. Aumentando i DPI, aumenti la sensibilità, e viceversa. Tuttavia, è importante trovare un equilibrio che si adatti alle tue preferenze personali e al tipo di attività che svolgi. Ad esempio, nei giochi che richiedono rapidi movimenti del mouse, potresti preferire una sensibilità più alta, mentre per il lavoro di progettazione dettagliata potresti optare per una sensibilità più bassa.

Tipo di sensore

I sensori più utilizzati nei mouse per rilevare i movimenti sono i seguenti:

  1. Ottico: Questo tipo di sensore utilizza una fotocellula per catturare le immagini della superficie su cui il mouse viene spostato. Mentre il mouse si muove, le variazioni nella superficie vengono rilevate dalla fotocellula e tradotte in movimenti del cursore.
  2. Laser: sono simili ai sensori ottici, ma utilizzano un raggio laser, anziché una luce LED. I sensori laser sono generalmente più precisi e sensibili rispetto ai sensori ottici e possono funzionare su una maggiore varietà di superfici, comprese quelle più lucide.
  3. Trackball: funziona in modo simile a un mouse rovesciato: anziché muovere il dispositivo per spostare il cursore, si gira la sfera per controllare il movimento del cursore sullo schermo.

Ogni tipo di sensore ha i suoi vantaggi e svantaggi, e la scelta dipende spesso dalle esigenze dell’utente e dall’uso previsto del mouse.

Compatibilità

Non tutte le periferiche hanno una compatibilità universale, quindi se hai un prodotto per il MAC non è detto che tu possa collegarlo ad un PC Windows. Esistono certamente delle soluzioni di terze parti che aggirano l’ostacolo e rendono il mouse compatibile.

In generale, i dispositivi che puoi collegare con Windows sono facilmente utilizzabili su notebook e Smart TV. Nel caso avessero il Bluetooth, sono spesso utili per tablet e smartphone. Grazie a internet, sono facilmente reperibili i drivers che permettono di solito la fruizione anche su ChromeOS.

Prezzo

Il prezzo di vendita dei mouse può variare in base alle funzionalità offerte, la qualità dei materiali e il tipo di connettività. Si parte da modelli molto economici sotto i 20 euro, che possono soddisfare le necessità lavorative e di studio di qualsiasi utente. In genere, sono quelli che si collegano col cavo USB, non hanno illuminazione RGB ma sono resistenti e affidabili.

I prodotti pensati per la connettività senza fili con il Bluetooth o ricevitore Wi-Fi da 2.4 GHz costano di più e si aggirano intorno ai 30 euro. I più costosi sono quelli da gaming, che possono spaziare dai 50 euro fino ai 150 euro per le specifiche avanzate che possiedono. Infine, esiste quello della Apple, progettato principalmente per il MAC, che raggiunge i 70 euro.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *