limbo recensione

Limbo: il raccapricciante prova e muori – Recensione

Tra i tanti titoli provati dalla nostra redazione, Limbo è il primo titolo horror incentrato sul “prova e muori“, in cui la maggior parte delle volte dovrete morire per capire come avanzare nella mappa. Il gioco è stato reso disponibile gratuitamente su Epic Games Store per un periodo limitato, e noi abbiamo raccolto la balla al balzo per provarlo e valutarlo. Scopri nella nostra recensione di cosa si tratta nel dettaglio.

Limbo – Recensione

Limbo è un Puzzle-Platform realizzato da Playdead e pubblicato il 21 luglio 2010 per PC e Console. Si tratta di un particolare gioco a scorrimento orizzontale con grafica horror ottenuta da una scala di grigi ed ambientazioni macabre. La storia si basa sul viaggio di un ragazzo senza nome, alla ricerca della sorella maggiore. Viaggio nel quale dovrà affrontare i vari intoppi del limbo.

Meccaniche

limbo-meccaniche

Il viaggio inizia, il ragazzo senza nome si risveglia in un luogo orripilante, ossia in un angosciante limbo senza meta. Il vostro obiettivo è semplicemente quello di avanzare nell’esplorazione superando vari ostacoli, trappole ed insetti. Il tutto realizzato con l’idea di ammirare come muore il protagonista, a causa dei nostri errori, per poi apprendere la giusta strada da percorrere.

Gameplay

limbo-gameplay

Il nostro giovane ragazzo sarà costretto ad affrontare ambientazioni piene di insidie ed ostacoli, che lo porteranno spesso e volentieri alla morte. Per continuare nella nostra ricerca ed esplorazione del limbo, useremo eliane e tronchi spezzati. Inoltre dovremo evitare trappole come tagliole, rocce frananti ed un ragno gigante decisamente poco amichevole. Insomma noi siamo morti spesso, ed ogni uccisione continuava ad impressionarci. Ma soprattutto quel silenzio del gioco, che viene spezzato dal rumore del sangue del nostro personaggio appena infilzato da un ragno maledetto, è odioso ed affascinante allo stesso tempo!

Conclusioni

Limbo è un gioco che a distanza di anni potrebbe tranquillamente avere successo tra i più giovani, un po’ meno per coloro che si impressionano facilmente. Il gioco è divertente e a volte spaventoso, ossia quando meno te lo aspetti ti fa saltare giù dalla sedia. Non possiede una particolare profondità in quanto funzioni di giochi o tipi di interazioni con la mappa, però è un titolo che funziona cosi com’è. Detto questo, non ce la sentiamo di consigliarlo a chiunque, ma di certo non è un platform da ignorare perché offre un’esperienza rapida ed insolita.