Kingdom Two Crowns, partire dalle ceneri – Recensione

kingdom-two-crowns-cover

Ci troviamo dinanzi ad un titolo del genere tower defense strategico, con un pizzico di avventura a scorrimento orizzontale, nuovo nel suo genere. Parliamo di Kingdom Two Crowns, un titolo indie creato da Noio e Coatsink. Il titolo può essere giocato sia in solitaria che in multiplayer locale ed online, offrendo una più ampia esperienza ai videogiocatori.

Kingdom Two Crowns – Recensione

Kingdom Two Crowns

Kingdom Two Crowns è un titolo indie, realizzato da soli due sviluppatori, unico nel suo genere. Una trama semplice che ci metterà nei panni di un monarca, intento a costruire il suo regno dalle ceneri. Una pixel art curata nei dettagli, accompagnata da un reparto audio più che soddisfacente.

Trama

La trama è semplice, sbarchiamo come monaci su quest’isola su cui fonderemo le basi del nostro Impero. Infatti il nostro obiettivo è quello di creare dalle ceneri il nostro Regno, reclutando persone e dando loro ruoli da svolgere. Nel corso del nostro viaggio, affronteremo nemici sempre più temibili. La nostra gestione dell’impero sarà fondamentale per il proseguimento della storia.

kingdom two crowns recensione

Meccaniche

Per creare il nostro regno bisognerà reclutare le persone che incontreremo dando loro dell’oro; queste prenderanno poi ruoli di arcieri, fabbri o carpentieri. Bisognerà anche sviluppare strutture difensive, poiché ci saranno orde di nemici che cercheranno di rubarci tutte le ricchezze. Tra i bottini conquistabili dai nemici vi è l’oro dei cittadini, i loro utensili e perfino la corona, che segnerà la nostra eventuale sconfitta.

kingdom two crowns esplorazione

Grazie all’oro e le gemme raccolte, si potranno dare comandi ai cittadini del regno, potenziare le infrastrutture o riparare oggetti. Oppure potrete costruire barche, utili all’esplorazione di nuove isole, accompagnate da un equipaggio reclutato da noi.

kingdom two crowns oggetti

Durante l’esplorazione dell’isola sul nostro cavallo troveremo oro e gemme nelle casse, le quali verranno raccolte in un sacco con capienza limitata. La difficoltà risiede nel nostro cavallo che avrà una resistenza abbastanza limitata e questo ci porterà a cambiare il nostro modo di avanzare.

Grafica

Abbiamo una buona pixel art abbastanza dettagliata (da notare le piacevoli rifrazioni dell’acqua) e animazioni con pochi frame ottimizzate e belle da vedere. Il landscape è stato curato nelle ambientazioni sia nel giorno che nella notte e nelle varie strutture che incontreremo strada facendo.

Kingdom Two Crowns - Sacca

Musiche

L’esperienza video ludica è accompagnata da varie musiche gradevoli e suoni della natura (pioggia, temporali e animali) molto curati che danno un maggiore senso di immedesimazione e coinvolgimento sensoriale, se giocato con le cuffie.

Conclusioni

Kingdom Two Crowns regala un’esperienza piacevole, senza particolari pretese, il titolo però non manca di pecche. Infatti ci sono dei tempi morti che appesantiscono l’esperienza di gioco, non facilitando la nostra immersione nella storia. Il gioco parte da un’idea originale, realizzata con una certa attenzione, quindi merita di essere provato. A patto di acquistarlo ad un prezzo relativamente basso, vale la pena tentare di costruire un impero tutto nostro.