eFootball PES 2020: e andiamo cosi! – Recensione

Parliamo oggi di uno dei titoli più sorprendenti di questo 2019, mentre il suo rivale, FIFA, cerca di ottenere dei successi con la modalità Volta, ecco che arriva eFootball PES 2020. Si tratta di un piccolo gioiello creato da KONAMI, che stavolta sembra aver imboccato la giusta strada verso un futuro più proficuo. Sembra, infatti, che nonostante alcuni difetti presenti nel titolo, stavolta il gioco riesce a convincere maggiormente gli utenti. In questo modo ci si può concentrare ad apprezzare la qualità grafica ed i passi fatti in avanti nello sviluppo…forse.

PES 2020 – Recensione

Anche quest’anno le premesse per un titolo di grande successo da parte della nota azienda giapponese erano elevate. Stavolta, le speranze erano giuste, ed il nuovo simulatore di calcio ha sicuramente qualche cosa in più da raccontare rispetto agli scorsi anni. Punto di forza: continua ad essere il comparto grafico, i dettagli dei giocatori e le esultanze a dire poco eccezionali. Punto debole: i “piccoli” difetti presenti negli anni precedenti, che, purtroppo, ostacolano ancora il perfetto rilascio di un grande gioco di calcio.

Meccaniche

Anche quest’anno KONAMI ha pubblicato un gioco degno di nota, con i suoi pregi e con i suoi difetti. Stavolta parliamo delle modalità rilasciate all’interno del gioco, che non giocano sempre un punto a favore del titolo. Si tratta infatti della monotonia delle meccaniche di PES, a differenza di FIFA non abbiamo notato nulla di sorprendente nelle modalità. Vi è il Match Day, ossia potrete giocare un torneo online in base alle partite nel mondo reale. La modalità MyClub, una versione competitiva dell’avversario FUT, che per fortuna ha dato un qualcosa in più all’esperienza di gioco. Infine, il classico Diventa un Mito e la Master League, di cui conosciamo i dettagli anche fin troppo bene.

Gameplay

Ciò che fa sicuramente più piacere è vedere come eFootball PES 2020 riesce, con grande successo, a migliorare la fisica ed il comportamento della palla. Le animazioni dei giocatori di PES 2020 sono una gioia da vedere, come lo è sempre stato d’altronde. La fluidità del movimento in questo gioco è decisamente un passo superiore ai precedenti anni ed anche in “semplici” movimenti, come la scivolata, possiamo vedere la cura del dettaglio. Purtroppo, non tutto ciò che vediamo è eccezionale…Anzi. Principale difetto del gioco è l’intelligenza dei difensori (guarda video qui sotto), a volte vedrete il vostro giocatore ignorare la palla e lasciar passare l’avversario indisturbato. Infine, l’arbitro è un qualcosa di penoso, degno del peggior arbitro di serie A. Infatti, vedrete fischiati alcuni falli quasi innocui e veder ignorati alcuni interventi da rosso.

Conclusioni

eFootball PES 2020 è sicuramente un gioco strano, come tutta la sua serie, ora è il miglior di calcio, domani diventa inguardabile. Rimangono problemi di vecchia data e le modalità consolidate stanno iniziando a sembrare stantie, ossia noiose (punto a favore della modalità Volta di Fifa). Riusciamo tranquillamente ad immaginare di passare ore mentre giochiamo a PES 2020, ma non riusciamo a dire che lo amiamo, o che lo apprezziamo così tanto. Bisogna risolvere gli errori evidenti e tutti i problemi fuori dal campo per ottenere il titolo di miglior gioco di calcio di questa generazione. Allo stato attuale, PES 2020 è irregolare, e i continui aggiornamenti e patch testimoniano questa affermazione.