Age of Empires 4: uscita e nuove informazioni

Age of Empires 4: uscita e nuove informazioni
age-of-empires-4-uscita

Durante l’evento di Xbox, avvenuto a Novembre 2019, ossia l’X019, è stato mostrato un video gameplay di Age of Empires a due anni di distanza dal suo annuncio. Nonostante non abbiamo una data d’uscita ufficiale, possiamo già parlare di qualche informazione di Age of Empires 4.

Parliamo infatti di informazioni che riguardano non solo titolo, ma anche di una possibile remastered del terzo capitolo, a 15 anni di distanza dal suo rilascio.

Age of Empires 4: Ambientazione e grafica

L’azione di gioco, a giudicare dal trailer, non avrà luogo dopo gli eventi del terzo capitolo della serie. Infatti, non sarà ambientato nel periodo della colonizzazione delle Americhe preferendo al suo posto il medioevo.

Tuttavia Relic, azienda che cura lo sviluppo di questo quarto capitolo, assicura che il medioevo non sarà l’unica epoca disponibile. Non avendo ancora notizie certe, non sappiamo nè quali nè quante epoche ci sono effettivamente nel gioco, ma ci aspettiamo molto da un gioco che ha richiesto molto lavoro.

Edifici

Sicuramente, la prima cosa che salta all’occhio è la grafica più cartoonesca, molto diversa dai titoli precedenti della saga di Age of Empires. Ciò che salta subito all’occhio dal trailer sono i vari edifici, su cui spenderemo qualche parola.

Una delle novità che abbiamo apprezzato è la possibilità da parte delle guardie di camminare sulle mura cittadine. Questo nuovo stile grafico per la serie ci fa davvero ben sperare anche per le varie truppe, oltre a rendere il titolo graficamente più gradevole.

Continuando il discorso edifici, notiamo che Relic non ha stravolto i pilastri su cui si basa la serie. Infatti possiamo notare dal trailer la presenza di caserme, mulini, laboratori d’assedio e fortezze. Insomma, l’anima di Age of Empires rimane intatta anche se è evidente il segno lasciato da Age of Empires 2.

Pensiamo che proprio per questo motivo potremo di nuovo gestire singolarmente ogni campo presente. Infine notiamo che sarà possibile costruire strade all’interno della città, novità interessante che speriamo sia presente.

Unità e sfruttamento dello scenario

Parlando invece delle unità, il gameplay visto all’X019 ci mostra varie unità differenti di due nazioni nemiche. Ci è piaciuto molto la nuova caratterizzazione di ogni nazione, rendendo differenti ogni unità non soltanto cambiando i colori delle uniformi.

La battaglia vista nel trailer ci dà anche la possibilità di notare l’utilizzo delle truppe sulle mura. Infatti, gli arcieri potranno scoccare fiumi di frecce contro i nemici mentre le unità da mischia difenderanno le torri d’assedio.

Oltretutto, è possibile notare anche ostacoli e trappole di legno per fermare l’avanzata delle truppe da mischia nemiche. Ovviamente non sappiamo se anche nelle altre epoche ci saranno e se potranno essere migliorati. Inoltre, ci ha fatto piacere vedere che le torri d’assedio non sono collegate alle mura, così se dovessero essere distrutte le mura cittadine sarebbero intatte.

Age of Empires 4: Gameplay e nuovi dettagli

Parlando del gameplay invece, il direttore creativo Adam Isgreen ha affermato che Age of Empires 4 avrà missioni in stile Art of War. Già presenti nella Definitive Edition di Age of Empires 2, queste missioni sono pensate per aiutare i giocatori a muovere i primi passi con gli strategici in tempo reale. Tuttavia, il direttore creativo ha voluto precisare anche che non vogliono complicare ulteriormente il gioco per renderlo più moderno.

Infine, la soundtrack sarà realizzata da Mikolai Stroinski, il quale ha già lavorato alle musiche di The Witcher 3. Sempre Adam Isgreen ha inoltre confermato la completa assenza di microtransazioni. Invece, ci saranno DLC ed espansioni varie che permetteranno al giocatore di esplorare ogni epoca storica. Probabilmente non ci saranno nuove civilizzazioni in questi contenuti aggiuntivi, piuttosto saranno aggiunte nuove modalità di gioco.

Pubblicato da Raffaele Tamigi

Mi chiamo Raffaele Tamigi, sono uno studente di Culture Digitali e della Comunicazione ed un appassionato di tecnologia e dei meccanismi che regolano il web. Alle spalle possiedo anni di esperienze e di collaborazioni su diversi siti, con cui collaboro tutt'ora. Mi dedico anima e corpo allo studio della SEO e a trovare i migliori prodotti da consigliare alla mia community.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.